SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

SERVIZI LEGALI
servizi legali
Assistenza giudiziale in materia ambientale
CONSULENZA NORMATIVA
consulenza normativa
Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, audit di conformità
CONSULENZA CERTIFICAZIONI
Ambiente Qualità Sicurezza
Assistenza e consulenza su sistemi di gestione e certificazioni di prodotto
FORMAZIONE 
Formazione
Corsi per aziende e Enti pubblici
FINANZIAMENTI
assistenza finanziamenti
Ricerca finanziamenti, assistenza e realizzazione progetti  
SERVIZI ON-LINE
Servizi on-line
Pareri giuridici on-line servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

13-05-2019

Legge europea 2018, norme anche in materia ambientale

Sulla GU n.109 del 11-5-2019 è stata pubblicata la Legge 3 maggio 2019, n. 37 recante "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2018", che dispone anche in materia di sfalci e potature, rifiuti elettronici e radioattivi.

In particolare:

  • sfalci e potature - la disposizione novella l'articolo 185, comma 1, del Codice dell'ambiente (Esclusioni dall'ambito di applicazione), la cui lettera f) viene interamente sostituita prevedendo tra l’altro che fra i prodotti esclusi dal regime dei rifiuti (di cui al Titolo IV del codice dell’ambiente) rientrano anche gli sfalci e le potature che derivano dalla manutenzione del verde pubblico dei comuni;
  • rifiuti elettronici - la disposizione apporta modifiche al decreto legislativo 14 marzo 2014, n. 49, in particolare sul finanziamento dei Raee "domestici" e sull'apposizione del marchio del produttore;
  • rifiuti radioattivi e del combustibile esaurito - la disposizione novella il decreto legislativo n. 45 del 2014 introducendovi l’art. 1-bis, che reca disposizioni sull’attribuzione delle responsabilità (in via sia principale sia sussidiaria) della sicurezza della gestione di combustibile esaurito o di rifiuti radioattivi.

 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it