SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Giurisprudenza / Acque

22-09-2020

Cassazione penale, mantenimento scarico dopo scadenza autorizzazione

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 23182 del 30 luglio 2020, si è pronunciata sul mantenimento di uno scarico dopo la scadenza dell'autorizzazione ribadendo che integra reato di cui all'art. 137 del d.lgs. n. 152 del 2006.

In tema di inquinamento delle acque, integra il reato di cui all'art. 137 del d.lgs. n. 152 del 2006, il provvisorio mantenimento in funzione di uno scarico di reflui dopo la scadenza della autorizzazione, se il titolare non ne abbia tempestivamente chiesto il rinnovo almeno un anno prima del decorso del termine di validità, quando non sussistono i presupposti per l'operatività del regime dell'autorizzazione integrata ambientale, previsto dall'art. 9 del d.lgs. 18 febbraio 2005, n. 59, e che consente di fare istanza di rinnovo fino a sei mesi prima della cessazione di efficacia del titolo abilitativo.

Nel caso di specie, scarico di acque reflue dal distributore di carburanti, la Corte ha chiarito che il funzionamento degli impianti per lo scarico non può di per sé essere dirimente per escludere il fatto di reato o comunque la punibilità della condotta: ed infatti, non solo l'art. 137 d.lgs. n. 152 del 2006 prevede come fatto tipico proprio lo scarico di acque reflue industriali «senza autorizzazione», ma è proprio tale provvedimento a fissare alcune, specifiche, condizioni a cui è subordinata l'effettuazione dello scarico, e, quindi, a costituire un fondamentale parametro per verificarne la regolarità.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it