SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Dalle Regioni / Piemonte

26-09-2019

Piemonte, reiterazione gestione speciale fanghi di depurazione

Regione Piemonte - D.P.G.R. 20 Settembre 2019, n. 53 - "DLGS 152/2006, articolo 191. Seconda reiterazione con modifiche dell’Ordinanza contingibile e urgente del Presidente della Giunta regionale n. 77/2018, già reiterata con provvedimento n. 17/2019, relativa al ricorso temporaneo a particolari forme di gestione dei fanghi prodotti dal trattamento delle acque reflue urbane (EER 190805)".

 Il provvedimento reitera di ulteriori 6 mesi dalla data di scadenza della reiterazione contenuta nell'ordinanza n. 17/2019, l’Ordinanza n. 77/2018, al fine di garantire la tutela della salute pubblica e dell’ambiente e di scongiurare l’interruzione del servizio pubblico di depurazione.

 Tale reiterazione è funzionale all’individuazione, limitatamente agli impianti operanti sul territorio regionale, di forme straordinarie, temporanee e speciali di gestione dei fanghi anche in deroga alle disposizioni vigenti, prevedendo, in particolare:

  •  l’ampliamento dei tempi di deposito temporaneo, di messa in riserva e di stoccaggio dei fanghi oltre all’integrazione della possibilità di ritirare il suddetto rifiuto (codice EER 190805 “fanghi prodotti dal trattamento delle acque reflue urbane”, contenuto nell’allegato D alla parte IV del D.lgs. 152/2006), purché prodotto in Regione Piemonte, da parte degli impianti tecnicamente compatibili che già non lo contemplano nelle previsioni autorizzative.

In relazione al deposito temporaneo, gli impianti di depurazione delle acque reflue urbane possono derogare al limite temporale di 3 mesi previsto per il deposito temporaneo dall’articolo 183, lettera bb), punto 2 per il codice EER 190805, entro comunque il limite massimo di un anno, garantendo il rispetto delle norme di buona tecnica, anche al fine di contenere l’impatto odorigeno.


01-10-2018 Piemonte, gestione speciale fanghi di depurazione

 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it